Cronaca

Roma

/

22/11/2022

Giandavide De Pau, è lui l’indiziato del triplice omicidio di Prati

CONDIVIDI

Triplice omicidio a Prati, viene fuori il nome di Giandavide De Pau. L’arma e i punti in sospeso del caso.

Giandavide De Pau é il cinquantunenne accusato dei tre omicidi di Prati. L’uomo ha ucciso Marta Castano Torres e altre due donne cinesi ed è stato protagonista anche della breve fuga fino al fermo avvenuto nella abitazione della sorella e della madre a Ottavia.

La polizia continua ad indagare. Al momento, nonostante la parziale confessione di Giandavide De Pau, già autista e guardaspalle del boss Michele Senese, ci sono ancora punti oscuri. A cominciare dal movente, che viste le condizioni in cui De Pau è stato trovato, potrebbe anche non essere chiarito mai.

L’uomo accusato di triplice omicidio avrebbe vagato per Roma per più di un giorno fino a quando la sorella ha confessato i suoi sospetti ai carabinieri e con la polizia, già sulle sue tracce, che lo ha sottoposto a fermo. Nel suo interrogatorio durato sette ore, De Pau non ha spiegato il perché ha aggredito Marta Castano Torres in via Durazzo e poi la 25enne e la 45enne cinesi in via Augusto Riboty. L’ex autista di del boss Senese ha detto non ricordare nulla dell’incontro con la colombiana e di aver visto solo sangue nell’appartamento delle donne cinesi.

Secondo quanto raccontato dall’uomo, ha vagato per circa due giorni per la città senza dormire e mangiare, con gli abiti ancora sporchi di sangue. Nel corso dell’interrogatorio, De Pau ha sostenuto che la sera prima l’ha trascorsa con una ragazza cubana con cui ha consumato anche cocaina e di avere poi preso appuntamento con il “centro massaggi” gestito dalle cinesi.

L’uomo, che nel 2008 e nel 2011 è stato ricoverato in un centro psichiatrico, era in cura presso un Sert e seguiva un percorso farmacologico dopo che gli era stata diagnosticata una patologia legata al disturbo della personalità.

Nelle prossime ore è attesa l’udienza di convalida del fermo davanti al gip, nel carcere di Regina Coeli. Bisogna capire cosa sia scattato nella mente di De Pau.

Nei suoi confronti l’accusa è di triplice omicidio aggravato. I pm non gli contestano la premeditazione. Oggi verrà affidato l’incarico al medico legale per eseguire le autopsie delle tre donne uccise giovedì a Roma.

L’atto istruttorio verrà effettuato all’istituto di medicina legale del Gemelli dove si trovano le tre salme. Obiettivo di chi indaga è tentare di accertare che le ferite sui corpi delle tre prostitute, una donna colombiana di 65 anni e due ragazze asiatiche, ancora non identificate ma probabilmente cinesi, siano state provocate dalla stessa lama.

03/12/2022 

Cronaca

Incidente mortale nel Centro Storico di Roma

Incidente a Caracalla: scooter (un SH) contro albero, morta 39enne. Per la scooterista non c’è stato […]

leggi tutto...

03/12/2022 

Cronaca

Policlinico Umberto I, tirocinante violentata

Tirocinante violentata, arrestato infermiere del policlinico. La 20enne aveva denunciato l’accaduto alla polizia lo scorso 26 […]

leggi tutto...

03/12/2022 

Cronaca

Metro C, molestata una ragazzina minorenne

Abusò di una 16enne in ascensore metro C a Roma, arrestato dai carabinieri un ventenne di […]

leggi tutto...

03/12/2022 

Cronaca

Anzio, auto contro albero perdono la vita due ragazze ventenni

Auto contro albero vicino Roma, morte due ragazze ventenni. Tragico incidente nella notte ad Anzio, sul […]

leggi tutto...

03/12/2022 

Territorio

Bus e Metro, da Luglio i biglietti costeranno 2 euro

Il contratto di servizio tra Regione Lazio e Trenitalia prevede dal prossimo anno un aumento di […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Cronaca

Metro B, giovane investito dal treno

Metro B, paura alla stazione Magliana un giovane investito da un treno. Il ragazzo, ancora vivo. […]

leggi tutto...