Cronaca

Roma

/

07/09/2023

Meningite scambiata per mal di testa, medici indagati a Roma

CONDIVIDI

Due errori medici che sono costati la vita ad una ragazza di 27 anni a Roma. Due diagnosi errate effettuate nei Pronto Soccorso di nosocomi della Capitale: una grave forma di meningiti scambiata per mal di testa e lombosciatalgia. E’ quanto emerge dalla consulenza medico-legale disposta dalla Procura nell’ambito dell’indagine che vede indagati per omicidio colposo tre medici in relazione alla morte di Valeria Fioravanti, deceduta il 10 gennaio scorso. Secondo quanto messo nero su bianco i consulenti del pm la malattia che uccise la ragazza non venne riconosciuta, non si eseguirono gli esami specifici per tempo nonostante il quadro clinico suggerisse di verificare se la paziente fosse affetta da meningite. Della vicenda scrive oggi il quotidiano la Repubblica. Nei Pronto Soccorso di due ospedali, dove la ragazza si è recata per farsi visitare alla luce dei forti dolori, non fu accertata la malattia.

Al policlinico Casilino, secondo quanto riporta il quotidiano, gli fu diagnosticata una cefalea causata da un movimento “incongruo” compiuto mentre si lavava i capelli. Il secondo errore, a sette giorni di distanza, al San Giovanni Addolorata dove le venne diagnosticata una lombo sciatalgia. Alla giovane è stata quindi prescritta una cura farmacologica a base di Toradol. Secondo il capo di imputazione i medici sono stati “superficiali” nel trattare la paziente. Oltre la diagnosi sbagliata, la somministrazione del potente antinfiammatorio, che ha sostanzialmente eliminato il dolore ma non ha fermato il decorso della malattia, ha reso impossibile un intervento celere per scongiurare il decesso. Tutto inizia il giorno di Natale dello scorso anno. Valeria si reca al Campus Bio medico per la rimozione di un foruncolo infiammato. Le viene asportato con due punti di sutura. Esce dall’ospedale ma continua a stare male e il 29 dicembre, accompagnata dai familiari, va al Policlinico Casilino. Qui i medici riscontrano una cefalea forse dovuta ad un movimento sbagliato mentre si lavava i capelli. Le viene prescritto il Toradol da assumere per dieci giorni. Il quadro non migliora e dopo una nuova visita, la 27enne, il 4 gennaio, si reca al San Giovanni Addolorata. Le viene effettuata una tac lombo sacrale: per i dottori si tratta di sospetta lombo sciatalgia. Altro Toradol. Due giorni dopo l’ultima visita la situazione precipita. La ragazza si presenta di nuovo al San Giovanni. Da una tac celebrale emerge una meningite acuta in fase conclamata. Da qui la corsa contro il tempo per salvargli la vita ma il quadro clinico diventa drammatico al punto che la ragazza muore il 10 gennaio nonostante i disperati tentativi di evitare la morte.

Tari Roma

19/04/2024 

Cronaca

Aumento della Tari a Roma: Bollette dei Rifiuti in Aumento del 2,87%

La tassa sui rifiuti a Roma, già tra le più elevate d’Italia, subirà un ulteriore aumento, […]

leggi tutto...
Sciopero studenti Sapienza

19/04/2024 

Cronaca

Studenti della Sapienza in Sciopero della Fame: Confronto Non Cordiale con la Rettrice

Dopo tre giorni di sciopero della fame e gli scontri con la polizia, gli studenti della […]

leggi tutto...
Corcolle droga

19/04/2024 

Cronaca

Blitz della Polizia a Corcolle: sequestrata quasi una tonnellata di droga

Un’appartamento a Corcolle è stato al centro di un blitz della polizia che ha portato al […]

leggi tutto...
Ostia incidente

18/04/2024 

Cronaca

Fuga e Incidente a Ostia: Caccia ai Ladri Termina in un Disastro

Una scena da telefilm poliziesco ha scosso Ostia ieri sera, lungo il Lungomare Caio Duilio, durante […]

leggi tutto...
Moschee abusive Roma

19/04/2024 

Cronaca

Sotto la lente dell’Antiterrorismo: Scoperte oltre 50 Moschee Abusive a Roma

Il rischio del terrorismo islamico continua a preoccupare l’Europa, con recenti eventi che hanno innalzato le […]

leggi tutto...
Lazio Beni Confiscati

18/04/2024 

Cronaca

Regione Lazio sotto accusa: scarsi livelli di trasparenza sui Beni Confiscati alle Mafie

Nonostante Roma si distingua per la sua virtuosità nella trasparenza riguardo ai beni confiscati alle mafie, […]

leggi tutto...