Roma

/

06/08/2023

Le escort della Roma bene per calciatori e manager: il racconto del testimone chiave

CONDIVIDI

Le ragazze gestite da Edoardo, 25 anni, ora indagato per sfruttamento della prostituzione lavoravano nei locali di Ostia e nelle discoteche di Rimini.

C’è un testimone nell’inchiesta sul giro di escort della Roma bene che racconta come era organizzato il sistema di reclutamento delle ragazze e dei clienti. Tra loro calciatori del settore dilettantistico che frequentavano i locali notturni di Ostia, ma anche le discoteche di Riccione. A gestire le escort era Edoardo, 25 anni, indagato con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Lo chiameremo Giuseppe  (nome di fantasia come gli altri che seguiranno), un cliente che ha consentito agli investigatori di scoprire come funzionava il “sistema“.

«Una sera mi trovavo allo Shilling, quando vengo avvicinato da un calciatore della squadra locale, ancora minorenne, che conosco personalmente. E’ nel locale insieme agli altri giocatori. A un certo punto passa una ragazza, che poco prima avevo visto parlare con il resto della squadra. Abbiamo cominciato a chiacchierare, lei (parla di Giulia, ndr.) ha detto di chiamarsi, con il nome di un continente e poi ci siamo scambiati i numeri» ricorda Giuseppe, un personaggio che lavora nel mondo del calcio, come confiderà Giulia, quando è stata sentita dalla guardia di finanza.

E Giuseppe racconta: «Prima abbiamo chattato per un periodo su whatsapp. Poi ci siamo visti all’Eur, nei pressi del laghetto. Sempre dopo le 19. Ricordo che diceva di avere problemi economici. A ogni incontro chiedeva tra i 200 e i 300 euro. Ma non essendo disposto a sborsare quella cifra, in tutte le occasioni, prima ho fatto il bancomat e poi con la scusa di avere pochi soldi in tasca, le ho lasciato 70/80 euro. Le ho fatto anche tanti regali. Come borse o capi d’abbigliamento. Una volta le ho regalato degli occhiali. Poi ci siamo persi vista». 

Che il calcio dilettantistico sia un universo frequentato dal gruppo di escort di Edoardo, lo testimonia anche una chiamata dell’8 luglio dello scorso anno intercettata dall’indagato con un suo amico, Giovanni. E’ lui che fa una proposta chiara a Edoardo: «Senti – esordisce Giovanni, con un linguaggio che sembra fare chiaro riferimento all’attività di meretricio, com’è rilevato in un passaggio dell’informativo della finanza  – Forse dovremmo organizzare una serata con la squadra? I miei vogliono Giulia…». La risposta di Edoardo è chiara: «Ehhh, tocca organizzasse prima, comunque tu mi devi un favore Giovanni, entro settembre». 

Fonte: Il Corriere della Sera 

18/07/2024 

Territorio

Sciopero trasporti pubblici a Roma, oggi chiusa metro B

E’ in corso a Roma lo sciopero nazionale del trasporto pubblico che si concluderà alle 12,30. […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Cronaca

Maxi rogo a Roma: Protezione Civile, ‘tenere le finestre chiuse’

La Protezione Civile raccomanda di tenere le finestre chiuse e di non utilizzare i condizionatori a […]

leggi tutto...

18/07/2024 

Sport

Calciomercato Lazio | Castrovilli c’è: ecco quando arriverà ad Auronzo

Gaetano Castrovilli ha firmato ed è pronto a iniziare la sua nuova avventura con la maglia […]

leggi tutto...

16/07/2024 

Sport

Mercato Roma, l’agente di Soulé è in Italia

Sono ore caldissime in ottica mercato per diverse squadre di Serie A, e fra queste c’è […]

leggi tutto...

16/07/2024 

Sport

Lazio, Vecino: “Stiamo lavorando bene. Gli inserimenti? Vi svelo il segreto”

Al termine della seduta di allenamento mattutina, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel il […]

leggi tutto...

16/07/2024 

Cronaca

Rapinata del Rolex a Roma la moglie di Chris Cornell

Il tutto a via del Corso, nel centro di Roma, tra la folla di turisti e […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy